Dai professionisti del settore, ai clienti: Caeiro cerca un modo diverso di fare comunicazione.

Ciò che verrà, quando arriverà, sarà quello che è

L’agenzia Caeiro è tante identità: quella dei professionisti che ci lavorano, quella dei clienti che si appoggiano ai suoi servizi, quella dei progetti che nascono nel suo spazio virtuale e fisico.

Caeiro è ovunque ci sia relazione, confronto, voglia di mettersi in gioco.

Caeiro è ovunque si senta la necessità di tornare a parlare di persone, invece che di target, di guardare il mondo come se non lo si fosse mai visto prima, con l’unica certezza di quel piccolo (o grande) obiettivo che ci siamo posti.

Caeiro ha studiato tanto, ha percorso molte strade, è stato tante cose diverse tra loro. Ma ora ha scelto di dimenticare tutto, di fermarsi in un luogo solo e di essere semplicemente ciò che è: un insieme di relazioni, la capacità di percepire la struttura che tutti ci connette.

Caeiro è anche in continua espansione

Mariana Marenghi
Ascolta le reti, osserva le persone e crea contatti tra loro. Cerca di creare opportunità in un mondo dove Miami e Milano sono a 6 secondi di distanza, il tempo di invio di un pm in Facebook. Cerca di intercettare l’innovazione e chi la fa per metterla a disposizione dei suoi progetti e di quelli dei clienti di Caeiro.

Roberto Pegorini
Vivo a Casazza, un piccolo paesino della bergamasca, sul lago di Endine, anche se sono milanese dove ho trascorso 36 anni della mia vita (classe 1969) e dove tuttora lavoro. Sono un giornalista e uno scrittore, datemi una tastiera e io sto bene con me stesso. Come giornalista, dopo una vita da nerista, attualmente sono direttore del settimanale inFolio. Come scrittore, invece, ho pubblicato i romanzi “Vita a spicchi” (con prefazione di Gianmarco Pozzecco), Cuore apolide (prefazione di Cesare Cadeo), La doppia tela del ragno e Nel fondo più profondo. Gli ultimi tre compongono una trilogia noir che tra circa un mese diventerà anche un cofanetto. Inoltre ho preso parte ad alcune antologie di racconti insieme ad altri colleghi. Da giugno 2020, infine, sono anche curatore della collana Cromo, per la casa editrice Caosfera, che seleziona romanzi noir, gialli, thriller e crime.
La solitudine mi sa fare buona compagnia e io la so fare a lei. Spendo le mie poche ore libere passeggiando, leggendo, ascoltando musica, guardando sport e sorseggiando del buon vino rosso (ma non disdegno neppure il bianco ghiacciato). Adoro guidare di notte, dico troppi pochi “no”, odio la neve in città e mi emoziono ancora davanti al mare.
La mia pagina Facebook è https://www.facebook.com/RobertoPegorini.autore/